È stato firmato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il Dpcm del 3 novembre 2020 sulle misure per il contrasto e il contenimento dell'emergenza Covid-19.

Le nuove misure sono suddivise a seconda delle zone: GIALLA, ARANCIONE e ROSSA, differenziate in base ai differenti scenari di rischio.

  • in Zona GIALLA: misure in vigore in tutta Italia 
  • in Zona ARANCIONE: ulteriori misure in vigore nelle regioni con elevata gravità e livello di rischio alto. (Scenario di tipo 3)
  • in Zona ROSSA: misure ancora più restrittive in vigore nelle regioni con massima gravità e livello di rischio ancora più alto. (Scenario di tipo 4)

Le misure nelle zone arancioni e rosse durano 15 giorni dalla data di pubblicazione dell’ordinanza ministeriale che le fa entrare in vigore

 

Per approfondimenti  http://www.governo.it/it/articolo/dpcm-del-3-novembre-le-misure-suddivise-aree-di-criticit/15628

 

La TOSCANA IN ZONA GIALLA: ECCO LE MISURE

MASCHERINE

• Obbligo al chiuso, eccetto abitazioni private

• Obbligo all’aperto, eccetto in luoghi con isolamento in modo continuativo, attività sportiva, bambini sotto i 6 anni, soggetti con patologie incompatibili con l’uso

IN CASA

• Raccomandazione di usare la mascherina in presenza di non conviventi.

• Obbligo di restare in casa e contattare il medico in caso di infezione respiratoria con febbre (maggiore di 37,5°)

SPOSTAMENTI

• Dalle ore 22 alle ore 5 vietati spostamenti (eccetto per esigenze lavorative, necessità o motivi di salute).

• Per le restanti ore della giornata, raccomandazione di non spostarsi salvo che per necessità, lavoro, studio, salute o accesso a servizi non sospesi.

TRASPORTO LOCALE

Consentito fino ad un coefficiente di riempimento delle vetture del 50%.

ALL’APERTO

• Possibilità di chiusura di strade e piazze, per l’intera giornata o per fasce orarie dove si possono creare assembramenti, salvo accesso ad abitazioni ed esercizi commerciali legittimamente aperti.

• L’accesso al pubblico ai parchi, ville e giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento e del rispetto della distanza di sicurezza.

• Consentita l’attività sportiva individuale con distanziamento di 2 metri e l’attività motoria con distanziamento di 1 metro.

MANIFESTAZIONI, SPETTACOLI e MUSEI

• Sospensione dell’apertura dei musei e luoghi di cultura. Chiusi, quindi, la Sala delle Colonne e la Biblioteca Comunale di Pontassieve (attivo il prestito libri con prenotazione e consegna a domicilio).

• Consentite le manifestazioni pubbliche soltanto in forma statica, nel rispetto del distanziamento

• Teatri, cinema e concerti sospesi in spazi aperti e chiusi.

• Sospensione delle attività in sale da ballo e discoteche.

• Divieto di feste al chiuso e all’aperto, comprese quelle conseguenti le cerimonie civili e religiose.

• Sospensione di convegni, congressi ed eventi, salvo che in modalità a distanza.

• Divieto di gite scolastiche.

• Le funzioni religiose si svolgono nel rispetto dei protocolli nazionali.

BAR E RISTORANTI

• Le attività di ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie, pub sono consentite dalle 5 alle 18.

• Il consumo al tavolo è consentito al massimo per quattro persone per tavolo, escluso il caso di persone conviventi.

• Vietato il consumo di cibo e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico dopo le 18.

• L’asporto è consentito fino alle 22. Vietato consumare cibi e bevande nei locali e nelle adiacenze dei locali dopo le 18.

• Il servizio a domicilio è sempre consentito.

• Obbligo di esporre un cartello con il numero massimo di ammessi e di ingressi dilazionati

NEGOZI E MERCATI

• Nel commercio al dettaglio obbligo di mascherina, distanza di almeno un metro e ingressi dilazionati

• Obbligo di esporre un cartello con il numero massimo di ammessi

• Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, a accezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

AL LAVORO

si raccomanda di:

privilegiare il lavoro agile, a domicilio e a distanza;

incentivare l’utilizzo di ferie e congedi retribuiti;

incentivare le operazioni di sanificazioni dei luoghi di lavoro;

assumere protocolli di sicurezza anti-contagio.

SPORT

• Consentita l’attività sportiva rispettando la distanza di due metri.

• Consentita l’attività motoria rispettando la distanza di un metro.

• Sospensione delle attività di palestre, piscine, centri benessere e termali.

• Sospensione di attività dilettantistica di base, scuole e attività formative di sport di contatto.

• Sospensione di eventi e competizioni sportive individuali e di squadra, se non riconosciuti di interesse nazionale da CONI e CIP.

• Chiusura degli impianti sciistici. 

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

• Sospensione dei concorsi, eccetto per il personale sanitario e altre specifiche categorie e quelli con valutazione solo curriculare.

• Obbligo di differenziare gli orari di ingresso del personale (eccetto il comparto socio-sanitario).

• Tutte le riunioni devono tenersi a distanza.

• Svolgimento del lavoro agile nella percentuale più elevata possibile

SCUOLA

• L’attività educativa dell’infanzia e didattica del primo ciclo di istruzione si svolge in presenza.

• Le scuole secondarie di secondo grado svolgono in modalità a distanza al 100% (in presenza solo per laboratori, alunni con disabilità e bisogni speciali).

• Le Università organizzano attività formative e curricolari a distanza (eccetto attività laboratoriali e del primo anno di corso)

 

Il Ministro della Salute, con il CTS (Comitato Tecnico Scientifico), monitorerà settimanalmente l’andamento della curva dei contagi e con una sua ordinanza aggiornerà l’elenco delle Regioni suddivise nei 3 scenari di rischio. I parametri più importanti sono: indice di contagio Rt; focolai; situazione di occupazione posti letto; saturazione terapie intensive negli ospedali. La definizione dei confini delle zone, d’intesa con i governatori, potrà riguardare l’intera Regione o «parti del territorio».

Allerta in Corso

Nel Territorio dell'Unione Stato di Vigilanza

CODICE ALLERTA METEO TOSCANA

Meteo

Aree di Emergenza

   

Contatti

 UNIONE DI COMUNI VALDARNO E VALDISIEVE 
SERVIZIO ASSOCIATO DI PROTEZIONE CIVILE

Via Duca Della Vittoria 180 (Stazione FS) 50068 Rufina (FI)
Tel. 055 8399608 
Fax 055 8397245
protezionecivile@uc-valdarnoevaldisieve.fi.it
posta elettronica certificata:
uc-valdarnoevaldisieve@ postacert.toscana.it

APP x Smartphone

Applicazione per informazioni ai cittadini

Leggi la notizia

Io Non Rischio

Login